TTIP, INCONTRO CON CALENDA DE CASTRO E BIANCHI

2469 - 30:03:15/15:00 - roma, (agra press) - il viceministro dello sviluppo economico carlo calenda, il coordinatore del gruppo s&d della comagri del parlamento europeo paolo de castro ed il capo dipartimento delle politiche competitive del ministero delle politiche agricole luca bianchi sono intervenuti oggi al mipaaf ad un incontro sul partenariato transatlantico sul commercio e gli investimenti (ttip) promosso dall'associazione italiana consorzi indicazioni geografiche (aicig). CALENDA ha ribadito che dei 260 milioni del piano per il made in italy "quasi sessanta" saranno investiti per il comparto agroalimentare ed in particolare per le attivita' di promozione sul mercato nordamericano. anche perche', se anche col ttip ottenessimo il riconoscimento delle indicazioni geografiche, se non saremo capaci di spiegarne il valore, non si affermeranno mai tra i consumatori, ha fatto presente. secondo il viceministro, la prima campagna negli usa contro l'italian sounding e' stata "troppo aggressiva". "ora punteremo su una campagna informativa per sensibilizzare" i consumatori attraverso attivita' nelle fiere di settore e nella gdo, ha affermato. per DE CASTRO, "i nostri grandi alleati sul ttip sono i consumatori americani", i quali "non devono essere presi in giro da prodotti che nulla hanno a che fare con noi", ma vanno "educati alla qualita'". "a bruxelles ci sono almeno duecento deputati contrari all'accordo a prescindere" e questo e' un "pregiudizio a priori" che non condivido, ha aggiunto de castro, sostenendo che con il ttip "abbiamo una possibilita' di migliorare il sistema delle tutele per i nostri prodotti". BIANCHI ha espresso soddisfazione per gli esiti del tavolo con la gdo svoltosi al mipaaf, nell'ambito del quale - ha ricordato - e' stato chiesto un "incremento delle quantita' di prodotti a denominazione d'origine protetta distribuiti". nella gdo - ha affermato bianchi - "abbiamo trovato una grande disponibilita' alla valorizzazione di prodotti strategici". "finalmente dalla retorica della qualita' si e' passati a fatti concreti", ha concluso. all'incontro hanno partecipato, tra gli altri, il capo di gabinetto del mipaaf ferdinando ferrara, ed i capi dipartimento dell'ispettorato centrale della tutela della qualita' e repressione frodi stefano vaccari, e delle politiche europee e internazionali e dello sviluppo rurale giuseppe blasi.